Pubblichiamo di seguito le risposte alle domande sulla sicurezza alimentare richieste dai cittadini. Ogni informazione fornita ed ospitata dal sito è scritta unicamente da esperti di settore e da professionisti qualificati.
Le risposte pubblicate sono destinate ad incoraggiare, e non a sostituire, le relazioni esistenti tra paziente e medico; sono fornite a titolo gratuito e hanno il solo scopo di illustrare le opinioni dei soggetti che le predispongono; in nessun caso questi ultimi potranno essere ritenuti responsabili di eventuali danni derivanti da errori o ommissioni.
20 febbraio 2019
Un'azienda che lavora per conto terzi acciai destinati alla fabbricazione di materiali e oggetti destinati al contatto con alimenti deve applicare gli adempimenti previsti dal Reg.CE 2023/2006 inerente le buone pratiche di fabbricazione dei MOCA?
04 febbraio 2019
Buongiorno, vivo in un piccolo paese e il venerdì si "rianima" con il mercatino settimanale che offre merci provenienti da tutta la provincia. Il Baccalà norvegese è tra gli alimenti più ricercati. Spesso è esposto e mantenuto sui banchi temporanei a temperatura ambiente, riposto nella scatola di cartone originaria, protetto, quando va bene, da una retina antimosche. In considerazione dell'art. 25 del reg. UE n. 1169/2011, l'OSA per ottemperare a quanto previsto dal suddetto Regolamento ed altre norme, a quali procedure dovrebbe eventualmente attenersi (es. prove di Shelf life, etc) e riportare nel manuale Autocontrollo, considerato che sulle confezioni i produttori consigliano di mantenere il Baccalà ad una temperatura da +4° a + 8°C?
Consulta i contenuti degli anni precedenti :