22 agosto 2016

RAPPORTO ANNUALE SUI RISCHI EMERGENTI NELLE FILIERE ALIMENTARI IN EUROPA

L’Autorità europea per la sicurezza alimentare (EFSA) ha recentemente pubblicato il rapporto annuale “Emerging Risks Exchange Network Report 2015”, che ha lo scopo di portare all’attenzione delle Autorità nazionali deputate ad adottare misure di prevenzione a tutela dei consumatori, i rischi emergenti nelle filiere alimentari. Il Rapporto riguarda 22 paesi dell’Unione europea, più Svizzera e Norvegia.

I rischi sono classificati nelle seguenti categorie: contaminanti chimici, pericoli microbiologici, nuove tendenze di consumo, biotossine e allergeni.

Tale documento è il frutto del lavoro dell’Emerging Risks Exchange Network (EREN), una rete costituita nel 2010 per lo scambio di informazioni tra l'EFSA, gli Stati Membri, la Commissione Europea, Agenzie Europee ed Organizzazioni Internazionali attive nell’identificazione dei possibili rischi emergenti per la sicurezza di alimenti e mangimi.

Tra i 13 potenziali rischi emergenti presi in considerazione, i seguenti 11 sono stati identificati dall’EREN come rischi emergenti nel 2015:

  1. Episodi di intossicazione legati al consumo di barbabietole crude in Francia;
  2. Aumento della presenza del batterio Vibrio spp. nelle acque del Nord e rilevamento della tetrodotossina (TTX) nei molluschi bivalvi nel Regno Unito;
  3. Identificazione di un presunto nuovo virus influenzale in bovini e suini in Belgio;
  4. Presenza di elevati livelli di deossinivalenolo e zearalenone nel mais in Italia nel 2014;
  5. Dermatite dovuta al consumo di funghi shiitake crudi o poco cotti in Francia;
  6. Aumento dell’incidenza di Salmonella infantis nella carne di pollo in Croazia;
  7. Diffusione di enterobatteri zoonosici produttori di carbapenemasi in Finlandia;
  8. Riso artificiale con plastica;
  9. Episodi di infezione da Yersinia pseudotuberculosis legati al consumo di latte crudo in Finlandia;
  10. Fieno impiegato come alimento o additivo alimentare in Austria;
  11. Acido ossalico in frullati verdi in Germania.

L’EFSA ha sospeso la decisione se considerare la naturale presenza di bisfenolo F nella senape in Svizzera un rischio emergente o meno, mentre non ha considerato emergente il rischio derivante dal consumo di semi di albicocca amari.

Leggi l'approfondimento del CeIRSA

Leggi il Report dell'EFSA

www.reeftiger.it

rischi emergenti efsa 2015